[...] Giuro che se non fosse per quel paio d’occhi, non l’amerei. E’ tutto lì: colpa dei suoi occhi. Dei suoi occhi e di quel faccino dolce… quelle fossette… quel sorriso… no basta!
Ma non fosser anche quei capelli e quel suo volto d’incanto, quella sua voce che come un canto rapisce chi lo ascolta… ma certo, eccettuate queste tre cose io non la amo! Anzi, la odio…
Sì, la odio!
La odio… appassionatamente !


(Biron, Atto I Scena IV)